casa con toilette

Toilette: 1

casa con condizionatore

Clima: SI

casa con posto auto

Box – autorimessa: NO

casa a piani

Livelli: 1

metri quadri

36 mq

Busto Arsizio – Monolocale in zona Tribunale

€ 350,00 | spese condominiali: € 00,00 mensili

Busto Arsizio – Monolocale in zona Tribunale

Nel Comune di Busto Arsizio e precisamente in Via Volturno n°12 nella Zona del Tribunale, proponiamo in locazione in una corte lombarda, appartamento della superficie commerciale di circa 38 mq. posto a piano terreno.

L’immobile internamente è così composto: dalla porta blindata si accede all’ingresso che conduce all’ampio locale con cucina a vista strutturato per la zona giorno e quella notte e un bagno.

L’appartamento è servito da impianto di climatizzazione con raffrescamento e riscaldamento.

L’appartamento è stato completamente ristrutturato, con particolare attenzione per l’impianto elettrico che è stato rifatto a nuovo.

Busto Arsizio – Monolocale in zona Tribunale, possibilità di arredo completo a scelta dell’inquilino.

Libero subito.

https://www.facebook.com/immobiliaremameli24/

Storia di Busto Arsizio:

Secondo alcune ipotesi, Busto Arsizio ebbe origini liguri.

La distribuzione urbanistica della città di Busto Arsizio dimostra la successiva presenza dei Romani.

Da un punto di vista amministrativo, faceva parte della regio XI Transpadana.

Da Busto Arsizio, in epoca romana, passava la via Severiana Augusta, strada romana consolare che congiungeva Mediolanum (la moderna Milano) con il Verbannus Lacus (il Lago Verbano, ovvero il Lago Maggiore, e da qui al passo del Sempione.

Nota nell’Alto Medioevo per la concia delle pelli, la prima menzione della città risale al 922, anno in cui il nome del locus viene citato in alcuni documenti di notai.

Con decreto del cardinale Carlo Borromeo, il 4 aprile 1583 Busto Arsizio, allora sotto il dominio del duca Filippo Maria Visconti, venne staccata dal vicariato del Seprio e messa a capo di quella che fino ad allora era la pieve di Olgiate Olona con un podestà proprio.

Le origini di quello che fu un centro tessile di primaria importanza sono da ricercarsi nel Medioevo: nel 1375 “quasi in ogni casa batte un telaio”, come testimoniato qualche secolo più tardi dallo storico Pietro Antonio Crespi Castoldi nella sua storia di Busto Arsizio.

Nella seconda metà dell’Ottocento iniziò lo sviluppo del borgo al di fuori della cinta difensiva, lungo la strà Balon (attuale corso XX Settembre) e la strada Garottola (attuale via Mameli).

Il 30 ottobre del 1864 Busto Arsizio ottenne nel Regno d’Italia il titolo di città. Grazie all’attività di Enrico dell’Acqua, sul finire dell’Ottocento acquistò la duplice natura di città cotoniera e meccanica, situazione che le assicurò a lungo fortuna e benessere.

Molti imprenditori costruirono le proprie ville nello stile in voga nei primi anni del Novecento, stile Liberty, parte importante del patrimonio architettonico bustocco. All’inizio del XXI secolo Busto Arsizio è un moderno centro industriale e commerciale di 83 555 abitanti che si colloca in una delle zone più industrializzate d’Europa, l’Altomilanese.

Anno di costruzione: 2018

Piano: Terra

RIFERIMENTO: CV031

Stato: Nuovo

Numero Locali: Open-space

 

Cantina: –

Riscaldamento: Autonomo

Accessori: –

GUARDA LA PLANIMETRIA

Classe energetica

G

220,3 kWh/m²a | Classe energetica G